{"video":[{"pos":{"top":0,"left":0},"time":{"start":141,"end":687.844717},"spot":null,"idx":0,"id":"vd-0","videoId":0},{"pos":{"top":0,"left":0},"time":{"start":433,"end":687.844717},"spot":null,"idx":1,"id":"vd-1","videoId":1},{"pos":{"top":0,"left":0},"time":{"start":463,"end":687.844717},"spot":null,"idx":2,"id":"vd-2","videoId":2}],"contents":[{"id":"wk-0","pos":{"top":5,"left":96},"time":{"start":57,"end":87},"art":"Feromone","lang":"it","wiki":"<div>\n<p><b>Feromone</b> (dal greco antico φέρω <i>phero</i> \"portare\" e ὁρμή <i>orme</i> \"eccitamento\") è il nome dato a sostanze bio-chimiche prodotte da ghiandole esocrine che sono emesse dagli organismi viventi a basse concentrazioni con la funzione di segnali. Classificati nel gruppo dei semiochimici, generano comportamenti e reazioni fisiologico-comportamentali in altri individui della stessa specie che vengono a contatto con esse.</p>\n<p>Un esempio sono i feromoni sessuali che vengono scambiati per contatto o per stimolo olfattivo e che provocano interesse sessuale in un altro individuo.</p>\n<p>I feromoni vengono distinti generalmente in quattro classi a seconda dell’effetto provocato:</p>\n\n<p>Nelle api ad esempio i feromoni dell'ape regina inibiscono lo sviluppo degli organi riproduttori delle operaie.</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1116\nCPU time usage: 0.424 seconds\nReal time usage: 0.447 seconds\nPreprocessor visited node count: 2343/1000000\nPreprocessor generated node count: 11199/1500000\nPost‐expand include size: 2214/2048000 bytes\nTemplate argument size: 728/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 10/40\nExpensive parser function count: 2/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Feromone\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Feromone"},{"id":"wk-1","pos":{"top":5,"left":96},"time":{"start":97.4,"end":127.4},"art":"Istinto","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http:null\"></div><br><div><p>L' <b>istinto</b> o <b>comportamento innato</b> è la tendenza intrinseca di un organismo vivente ad eseguire o mettere in atto un particolare comportamento.</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1202\nCPU time usage: 0.028 seconds\nReal time usage: 0.039 seconds\nPreprocessor visited node count: 1/1000000\nPreprocessor generated node count: 4/1500000\nPost‐expand include size: 0/2048000 bytes\nTemplate argument size: 0/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 1/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Istinto\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Istinto"},{"id":"wk-2","pos":{"top":5,"left":96},"time":{"start":139,"end":169},"art":"Orso bruno","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/51/Information-silk.svg/16px-Information-silk.svg.png\"></div><br><div>\n<p>L'<i><b>Ursus arctos</b></i> <small>Linnaeus, 1758</small>, detto semplicemente <b>orso</b>, è un mammifero della famiglia degli Ursidi, diffuso in gran parte dell'Eurasia settentrionale e del Nordamerica.</p>\n<p>Pesa dai 100 ai 700&nbsp;kg e i suoi membri più grossi contendono all'orso polare il titolo di carnivoro terrestre più grande del mondo. Nonostante l'areale dell'orso bruno si sia ristretto e in alcuni luoghi si sia addirittura estinto, con una popolazione totale di circa 200.000 esemplari continua ad essere valutato come una specie a basso rischio. I Paesi che comprendono la maggior parte del suo areale sono la Russia, gli Stati Uniti (specialmente l'Alaska) e il Canada.</p>\n<p>Questa specie si nutre principalmente di materiale vegetale, tra cui radici e funghi. I pesci costituiscono la loro fonte primaria di carne, anche se sulla terraferma possono uccidere piccoli mammiferi. Catturano occasionalmente anche mammiferi più grandi, come i cervi. Gli orsi bruni adulti non hanno timore di scontrarsi con altri predatori, dal momento che possono competere da soli con branchi di lupi e grandi felini, scacciandoli spesso dalle prede che questi ultimi hanno ucciso.<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1196\nCPU time usage: 0.184 seconds\nReal time usage: 0.218 seconds\nPreprocessor visited node count: 435/1000000\nPreprocessor generated node count: 5919/1500000\nPost‐expand include size: 5835/2048000 bytes\nTemplate argument size: 874/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 12/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Ursus arctos\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Ursus arctos"},{"id":"wk-3","pos":{"top":5,"left":96},"time":{"start":189,"end":219},"art":"Cerura vinula","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/51/Information-silk.svg/16px-Information-silk.svg.png\"></div><br><div>\n<p><i><b>Cerura vinula</b></i> (<span style=\"font-variant: small-caps\">Linnaeus</span>, 1758) è un lepidottero appartenente alla famiglia Notodontidae, diffuso in Europa, Asia e Africa Settentrionale.</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1192\nCPU time usage: 0.180 seconds\nReal time usage: 0.216 seconds\nPreprocessor visited node count: 603/1000000\nPreprocessor generated node count: 6385/1500000\nPost‐expand include size: 11683/2048000 bytes\nTemplate argument size: 3566/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 12/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Cerura vinula\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Cerura vinula"},{"id":"wk-4","pos":{"top":5,"left":96},"time":{"start":318.9,"end":348.9},"art":"Konrad Lorenz","lang":"it","wiki":"<div>\n<p><b>Konrad Zacharias Lorenz</b> (Vienna, 7 novembre 1903 – Altenberg, 27 febbraio 1989) è stato uno zoologo ed etologo austriaco. Viene considerato il fondatore della moderna etologia scientifica, da lui stesso definita come «ricerca comparata sul comportamento» (<i>vergleichende Verhaltensforschung</i>).</p>\n<p>Nel 1973 la sua attività trova coronamento con l'assegnazione del Premio Nobel per la medicina e la fisiologia (condiviso con Nikolaas Tinbergen e Karl von Frisch) per i suoi studi sulle componenti innate del comportamento e in particolare sul fenomeno dell'<i>imprinting</i> nelle oche selvatiche.</p>\n<p>Lorenz deve tuttavia gran parte della propria popolarità alle opere di divulgazione scientifica. Pioniere dell'ambientalismo, si è inoltre occupato per tutta la vita di filosofia, specialmente di teoria della conoscenza, contribuendo alla fondazione dell'epistemologia evoluzionistica ed elaborando un'interpretazione biologica e filogenetica dell'apriorismo kantiano.</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1138\nCPU time usage: 0.588 seconds\nReal time usage: 0.630 seconds\nPreprocessor visited node count: 3854/1000000\nPreprocessor generated node count: 21141/1500000\nPost‐expand include size: 4728/2048000 bytes\nTemplate argument size: 1915/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 16/40\nExpensive parser function count: 12/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Konrad Lorenz\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Konrad Lorenz"},{"id":"wk-5","pos":{"top":5,"left":96},"time":{"start":358.4,"end":388.4},"art":"Erinaceinae","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/51/Information-silk.svg/16px-Information-silk.svg.png\"></div><br><div>\n\n\n<p>Gli <b>Erinaceini</b> (<i>Erinaceinae</i>, Fischer 1817), comunemente noti come 'ricci', sono una sottofamiglia della famiglia degli Erinaceidi.</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1115\nCPU time usage: 0.808 seconds\nReal time usage: 0.855 seconds\nPreprocessor visited node count: 4331/1000000\nPreprocessor generated node count: 17134/1500000\nPost‐expand include size: 9085/2048000 bytes\nTemplate argument size: 2390/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 12/40\nExpensive parser function count: 5/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Erinaceinae\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Erinaceinae"},{"id":"wk-6","pos":{"top":5,"left":96},"time":{"start":431.9,"end":461.9},"art":"Storno","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/51/Information-silk.svg/16px-Information-silk.svg.png\"></div><br><div>\n\n<p>Lo <b>storno comune</b> (<i><b>Sturnus vulgaris</b></i> <span style=\"font-variant: small-caps\">Linnaeus</span>, 1758) è un uccello passeriforme appartenente alla famiglia Sturnidae, originario dell'Eurasia ma introdotto in tutti i continenti tranne America Meridionale e Antartide.<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1139\nCPU time usage: 0.292 seconds\nReal time usage: 0.323 seconds\nPreprocessor visited node count: 556/1000000\nPreprocessor generated node count: 6454/1500000\nPost‐expand include size: 9782/2048000 bytes\nTemplate argument size: 2156/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 12/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Sturnus vulgaris\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Sturnus vulgaris"},{"id":"wk-7","pos":{"top":5,"left":96},"time":{"start":523.2,"end":553.2},"art":"Cinciarella","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/51/Information-silk.svg/16px-Information-silk.svg.png\"></div><br><div>\n<p>La <b>cinciarella</b> (<i>Cyanistes caeruleus</i> (<span style=\"font-variant: small-caps\">Linnaeus, 1758</span>)) è un uccello passeriforme appartenente alla famiglia dei Paridi.<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1147\nCPU time usage: 0.260 seconds\nReal time usage: 0.295 seconds\nPreprocessor visited node count: 477/1000000\nPreprocessor generated node count: 6271/1500000\nPost‐expand include size: 5910/2048000 bytes\nTemplate argument size: 910/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 12/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Cyanistes caeruleus\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Cyanistes caeruleus"}]}

Istinto e apprendimento

Etologia

 
 
 

Youdoc per Lipu

Le tue playlist

In questa area puoi vedere tutti i video che hai memorizzato e che ti sono piaciuti e puoi creare playlist personali.
Per accedere a questa area registrati.
Realizzato grazie al contributo del POR FESR Regione Lazio 2007-2013 – Asse I – Avviso Pubblico "Insieme x Vincere" – Prot. Domanda n.SVLAZ-SU-2012-1038 – Codice CUP n. F84E14000930007 e Avviso pubblico per la presentazione di progetti di innovazione delle micro e piccole imprese - Prot. FILAS-MI-2011-1343 del 3/8/2012 – CUP F87I1200233007
Sponsor