{"video":[{"pos":{"top":0,"left":0},"time":{"start":0,"end":1869.159909},"spot":null,"idx":0,"id":"vd-0","videoId":0}],"contents":[{"id":"wk-0","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":301.5,"end":331.5},"art":"Shar Pei","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/d/da/Wikiperro.jpg/230px-Wikiperro.jpg\"></div><br><div>\n\n\n<p>Lo <b>Shar Pei</b> è una razza canina di origine cinese riconosciuta dalla FCI (Standard N. 309, Gruppo 2, Sezione 1).<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1193\nCPU time usage: 0.088 seconds\nReal time usage: 0.131 seconds\nPreprocessor visited node count: 124/1000000\nPreprocessor generated node count: 1187/1500000\nPost‐expand include size: 1519/2048000 bytes\nTemplate argument size: 343/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 4/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Shar Pei\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Shar Pei"},{"id":"wk-1","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":536.4,"end":566.4},"art":"Cirneco dell'Etna","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/7b/Cirneco_dell_Etna_611.jpg/230px-Cirneco_dell_Etna_611.jpg\"></div><br><div>\n<p>Il <b>cirneco dell'Etna</b> è un cane appartenente ad una razza molto antica, che ha subito poche manipolazioni nel corso dei secoli.<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1208\nCPU time usage: 0.100 seconds\nReal time usage: 0.122 seconds\nPreprocessor visited node count: 236/1000000\nPreprocessor generated node count: 1627/1500000\nPost‐expand include size: 2010/2048000 bytes\nTemplate argument size: 622/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 9/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Cirneco dell'Etna\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Cirneco dell'Etna"},{"id":"wk-2","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":696,"end":726},"art":"Cane da pastore bergamasco","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/3/3f/Bergamasco_l573.jpg/230px-Bergamasco_l573.jpg\"></div><br><div>\n<p>Il <b>cane da pastore bergamasco</b> è una razza di cane con origini nelle Alpi italiane vicino Bergamo, dove veniva originariamente usato come cane da pastore.<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1204\nCPU time usage: 0.084 seconds\nReal time usage: 0.100 seconds\nPreprocessor visited node count: 131/1000000\nPreprocessor generated node count: 1277/1500000\nPost‐expand include size: 1479/2048000 bytes\nTemplate argument size: 373/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 4/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Cane da pastore bergamasco\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Cane da pastore bergamasco"},{"id":"wk-3","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":791,"end":821},"art":"Pastore tedesco","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/9/94/Cane_da_pastore_tedesco_adulto.jpg/230px-Cane_da_pastore_tedesco_adulto.jpg\"></div><br><div>\n<p>Il <b>pastore tedesco</b> (anche chiamato <b>Deutscher Schäferhund</b> o <b>German Shepherd Dog</b>), secondo la classificazione cinologica Fédération cynologique internationale risponde allo standard nr. 166/10.08.2010-D (D=Germania); appartiene al 1º gruppo di razze canine (Cani da pastore e bovari) con riferimento alla sezione 1, cani da pastore con brevetto da lavoro ed impiego come Cane da utilità, da difesa e per usi molteplici.</p>\n<p>Il primo esemplare di cane da pastore tedesco storicamente riconosciuto fu \"Hektor von Linksrhein\" nel 1899. Un esemplare canino di oltre 4 anni di età iscritto nel libro dell'allevamento della neo costituita associazione per il cane da pastore tedesco (S.V.) con la sigla S.Z. 001 (Schäferhund Zuctbuch 001).</p>\n<p>Il nome che però comparve sul registro dell'allevamento fu \"Horand von Grafrath\" rifacendosi all'affisso cinofilo del suo proprietario. L'associazione per il cane da pastore tedesco (S.V.) prese corpo in occasione della prima riunione dei soci fondatori svoltasi in Augsburg a cavallo del 23-24 aprile 1899 col benestare della V.D.H. (Verband für das Deutsche Hundewesen).</p>\n<p>In Horand confluivano ottimamente le doti caratteriali ed i pregi morfologici idealizzati dai pionieri della costituenda associazione canina, ricercate tra le varietà di cane da pastore già presenti nei vari distretti zonali facenti capo all'intero territorio germanico, che avessero maturato un certa identità tipologica, ritenute le più idonee allo scopo Dalla sua attività di riproduzione incominciò a delinearsi la dirittura sulla quale venne improntata una selezione sistematica, volta a fissare nelle nuove generazioni di esemplari canini determinati parametri di razza.</p>\n<p>L'esigenza di redigere uno standard ben presto si fece necessaria, perciò alle prime indicazioni avanzate dal Cap. von Stephanitz (primo Presidente S.V.) e dal segretario A. Mayer in occasione della prima riunione generale dei soci tenutasi a Francoforte sul Meno in data 20 settembre 1899 - si implementarono gli emendamenti scaturiti dal VI° Raduno generale dei soci S.V.</p>\n<p>Dalle risultanze ottenute, di fatto, il 28 luglio del 1901 fu stilato il primo standard del cane da pastore tedesco composto da 11 punti; il documento ufficiale dal quale venne imbastita un'attività di allevamento regolamentata. Seguirono nel tempo svariati avvicendamenti ai punti salienti dello standard (vedi note storiche standard del cane da pastore tedesco) dettati dalle esigenze cinotecniche che venivano a determinarsi dai riscontri espositivi che culminavano annualmente in occasione del Campionato tedesco per l'allevamento del Cane da pastore tedesco (BSZS). A tutela della produzione cinotecnica \"regolamentata\", all'iscrizione nel libro dell'allevamento (S.Z.) si affiancò una verifica attitudinale.</p>\n<p>Nel 1921, ad opera di Herr Otto Kämpfedel - responsabile del registro per l'allevamento del P.T. (Zuchtbuchführer) venne introdotto il “Körschein” - ovvero - un documento che attestava l’effettiva idoneità caratteriale e morfologica del soggetto canino iscritto allo Zuchtbuch - requisito essenziale - se destinato a fini riproduttivi. L'esigenza di introdurre un'ulteriore normativa si rese necessaria a seguito della crescente produzione di esemplari canini, che molto spesso disattendeva le più ovvie cautele previste dalle direttive societarie in materia di allevamento. In questo particolare contesto s'inserirono dei “commercianti di cani” senza scrupoli, che con il loro comportamento poco ortodosso e fuorviante contribuirono significativamente a inflazionare la produzione razziale, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. La S.V. fu costretta a prendere le opportune contromisure normative tese a preservare e persino innalzare i requisiti peculiari di razza così da eliminare le bieche iniziative commerciali, indotte da un’elevata richiesta d’esemplari da parte dei sempre più numerosi estimatori della razza.<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1125\nCPU time usage: 0.128 seconds\nReal time usage: 0.145 seconds\nPreprocessor visited node count: 203/1000000\nPreprocessor generated node count: 1517/1500000\nPost‐expand include size: 1610/2048000 bytes\nTemplate argument size: 637/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 4/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Pastore tedesco\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Pastore tedesco"},{"id":"wk-4","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":869.5,"end":899.5},"art":"Levriero","lang":"it","wiki":"<div>\n\n\n\n\n<p>Il <b>levriero</b>, o meglio <i>i levrieri</i>, trattandosi di una tipologia di cane, diffusa in tutti i continenti, costituiscono uno dei gruppi di razze canine più antichi. Anche se nel mondo moderno (anche tra i cinofili) vengono per lo più associati al mondo delle corse di cani, e spesso adottati come aristocratici cani da compagnia, non bisogna dimenticare che essi sono stati essenzialmente selezionati come cani da caccia.</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1206\nCPU time usage: 0.100 seconds\nReal time usage: 0.124 seconds\nPreprocessor visited node count: 144/1000000\nPreprocessor generated node count: 1406/1500000\nPost‐expand include size: 2241/2048000 bytes\nTemplate argument size: 785/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 11/40\nExpensive parser function count: 3/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Levriero\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Levriero"},{"id":"wk-5","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":1058.2,"end":1088.2},"art":"Bulldog inglese","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/6/67/Bulldog_portrait_Frank.jpg/230px-Bulldog_portrait_Frank.jpg\"></div><br><div>\n\n<p>Il <b>Bulldog</b> è un cane di tipo molossoide originario della Gran Bretagna, inserito nel Gruppo 2 della Federazione cinofila internazionale. Venne allevato in origine (primi dell'Ottocento) come cane da combattimento contro i tori; da più di cento anni la selezione viene fatta per carattere e quindi il Bulldog Inglese è oggi a tutti gli effetti un cane da compagnia.<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1196\nCPU time usage: 0.176 seconds\nReal time usage: 0.209 seconds\nPreprocessor visited node count: 384/1000000\nPreprocessor generated node count: 3043/1500000\nPost‐expand include size: 5199/2048000 bytes\nTemplate argument size: 1675/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 11/40\nExpensive parser function count: 3/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Bulldog inglese\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Bulldog inglese"},{"id":"wk-6","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":1109.2,"end":1139.2},"art":"Dobermann","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/2/25/Dobermann.jpg/230px-Dobermann.jpg\"></div><br><div>\n\n<p>Il <b>Dobermann</b> è una razza canina di origine tedesca riconosciuta dalla FCI (Standard N. 143, Gruppo 2, Sezione 1, Sottosezione 1).<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1128\nCPU time usage: 0.176 seconds\nReal time usage: 0.210 seconds\nPreprocessor visited node count: 280/1000000\nPreprocessor generated node count: 1996/1500000\nPost‐expand include size: 2963/2048000 bytes\nTemplate argument size: 1009/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 9/40\nExpensive parser function count: 0/500\nLua time usage: 0.004s\nLua memory usage: 490 KB\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Dobermann\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Dobermann"},{"id":"wk-7","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":1193,"end":1223},"art":"American Pit Bull Terrier","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/6/64/Pitbull_(Bernnie).jpg/230px-Pitbull_(Bernnie).jpg\"></div><br><div>\n\n<p>L'<b>American Pit Bull Terrier</b> (o <b>Pit Bull</b>) è l'incrocio di due razze inglesi il English white terrier e l'Old Bulldog a partire dalla fine del XIX secolo, anche se secondo alcuni autori, come Richard Stratton, si tratta dell'autentico bull dog da lavoro rinascimentale senza apporto di altre razze, non riconosciuta come razza dalla FCI (<i>Federazione Cinologica Internazionale</i>) né dall'ENCI (<i>Ente Nazionale Cinofilia Italiana</i>). Mentre è riconosciuta la razza di American Pit Bull Terrier dell'UKC (United Kennel Club) e della ADBA (American Dog Breeders Association), due federazioni che concepiscono il cane in modo differente, mantenendo standard morfo-caratteriali leggermente diversi fra loro.</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1207\nCPU time usage: 0.108 seconds\nReal time usage: 0.126 seconds\nPreprocessor visited node count: 246/1000000\nPreprocessor generated node count: 1792/1500000\nPost‐expand include size: 3146/2048000 bytes\nTemplate argument size: 1522/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 9/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/American Pit Bull Terrier\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"American Pit Bull Terrier"},{"id":"wk-8","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":1249,"end":1279},"art":"Bobtail","lang":"it","wiki":"<div style=\"float:left;margin-right:10px\"><img src=\"http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/7b/Bobtail.JPG/230px-Bobtail.JPG\"></div><br><div>\n<p>Il <b>Bobtail</b> (anche chiamato Old English Sheepdog) è una razza canina di origine britannica riconosciuta dalla FCI (Standard N. 16, Gruppo 1, Sezione 1).<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1205\nCPU time usage: 0.076 seconds\nReal time usage: 0.095 seconds\nPreprocessor visited node count: 118/1000000\nPreprocessor generated node count: 1207/1500000\nPost‐expand include size: 1311/2048000 bytes\nTemplate argument size: 209/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 4/40\nExpensive parser function count: 0/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Bobtail\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Bobtail"},{"id":"wk-9","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":1485,"end":1515.7},"art":"Randagismo","lang":"it","wiki":"<div>\n<p>Per <b>randagismo</b> si intende, in genere, la condizione degli animali domestici che sono stati abbandonati o smarriti, e che si trovano quindi a vagare per proprio conto. Più in generale si può intendere per randagio qualsiasi esemplare di una specie di animali, inclusi i volatili, normalmente considerata da compagnia (in particolare cani o gatti) che viva per proprio conto, tipicamente ai margini della società umana, a prescindere che esso sia stato abbandonato o sia nato già in condizioni di randagismo, per esempio da genitori a loro volta abbandonati. Poiché il fenomeno del randagismo comporta anche problemi di sicurezza e di igiene pubblica, nei vari paesi esso è regolato da leggi specifiche e controllato da istituzioni preposte; tali normative e istituzioni possono definire il concetto di randagismo in modi più specifici. Per esempio, la Legge 14 agosto 1991, n. 281 applica solo ai cani la definizione di <i>randagio</i> (classificando invece i gatti senza padrone come <i>animali in libertà</i>) e introduce una distinzione specifica fra <i>cane vagante</i> e <i>cane randagio</i>, riferendosi con quest'ultima espressione al caso di cani abbandonati che si siano abituati alla vita in condizioni semi-selvatiche, per esempio riunendosi in branchi.<br>\n</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1125\nCPU time usage: 0.500 seconds\nReal time usage: 0.532 seconds\nPreprocessor visited node count: 1977/1000000\nPreprocessor generated node count: 11597/1500000\nPost‐expand include size: 2157/2048000 bytes\nTemplate argument size: 630/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 11/40\nExpensive parser function count: 2/500\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Randagismo\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Randagismo"},{"id":"wk-10","pos":{"top":5,"left":97},"time":{"start":1570.8,"end":1600.8},"art":"Leptospirosi","lang":"it","wiki":"<div>\n\n<p>La <b>leptospirosi</b> (nota anche come <b>febbre dei sette giorni</b>, <b>febbre autunnale</b> o <b>febbre dei porcai</b>) è una malattia infettiva acuta sistemica di tipo vasculitico, causata da spirochete del genere <i>Leptospira</i>.</p>\n<p>Altri nomi per la leptospirosi itterica sono: rattospirosi, mud fever, swamp fever, sugar cane fever, bushy creek fever, cane-cutter fever, febbre itteroemorragica, pea-picker's disease, Weil's disease, Weil's syndrome.</p>\n\n\n<!-- \nNewPP limit report\nParsed by mw1204\nCPU time usage: 0.100 seconds\nReal time usage: 0.122 seconds\nPreprocessor visited node count: 95/1000000\nPreprocessor generated node count: 1018/1500000\nPost‐expand include size: 1855/2048000 bytes\nTemplate argument size: 135/2048000 bytes\nHighest expansion depth: 5/40\nExpensive parser function count: 0/500\nLua time usage: 0.011s\nLua memory usage: 753 KB\n-->\n</div><a href=\"http://it.wikipedia.org/wiki/Leptospirosi\" target=\"_blank\">Continua a leggere..</a>","title":"Leptospirosi"}]}

Europa selvaggia - Facce da cani

 

Youdoc per Lipu

Le tue playlist

In questa area puoi vedere tutti i video che hai memorizzato e che ti sono piaciuti e puoi creare playlist personali.
Per accedere a questa area registrati.
Realizzato grazie al contributo del POR FESR Regione Lazio 2007-2013 – Asse I – Avviso Pubblico "Insieme x Vincere" – Prot. Domanda n.SVLAZ-SU-2012-1038 – Codice CUP n. F84E14000930007 e Avviso pubblico per la presentazione di progetti di innovazione delle micro e piccole imprese - Prot. FILAS-MI-2011-1343 del 3/8/2012 – CUP F87I1200233007
Sponsor